Quando la fotografia cattura la persona: Philippe Halsman

Ritrattista americano, Philippe Halsman (2 maggio 1906 - 25 giugno 1979) nacque a Riga nella parte dell'Impero russo, che in seguito divenne la Lettonia, e morì a New York City.
Nato da una coppia ebrea, il dentista Morduch (Maks) Halsman e Ita Grintuch, la preside della scuola di grammatica. Philippe invece, studiò ingegneria elettrica a Dresda.
Nel settembre del 1928, il 22enne Halsman fu accusato dell'omicidio di suo padre. L'assassinio avvenne mentre erano in gita nel Tirolo austriaco, una zona impregnata di antisemitismo. Dopo un processo basato su prove circostanziali, fu condannato a quattro anni di prigione. La sua famiglia, gli amici e gli avvocati si impegnarono e lavorarono per la sua liberazione.Ottennero il supporto di importanti intellettuali europei tra cui Sigmund Freud, Albert Einstein, Thomas Mann, Jakob Wassermann, Erich Fromm, Paul Painlevé, Heinrich Eduard Jacob e Rudolf Olden, che sostennero la sua innocenza. 

Halsman trascorse due anni in prigione, dove contrasse la tubercolosi e scrisse le sue lettere dal carcere, che sono state pubblicate come libro nel 1930, con il titolo: Briefe aus der Haft an eine Freundin. 
Nello stesso anno, fu graziato dal presidente dell'Austria, Wilhelm Miklas, e rilasciato ad ottobre.

Dopo questa terribile esperienza, Halsman lasciò l'Austria per andare a vivere in Francia. Iniziò a collaborare con riviste di moda come Vogue e presto si è guadagnato la reputazione di uno dei migliori fotografi ritrattisti presenti in Francia, rinomato per le immagini molto nitide piuttosto che quelle sfocate, come spesso venivano usate, e catturate da vicino. Quando la Francia fu invasa dalla Germania, Halsman fuggì a Marsiglia. Alla fine riuscì a ottenere un visto per gli Stati Uniti, anche grazie ad un amico di famiglia molto speciale, Albert Einstein (che in seguito fotografò in modo memorabile nel 1947).
Sbarcato in America, Halsman ebbe il suo primo successo quando la società di cosmetici Elizabeth Arden decise di utilizzare la sua foto, uno scatto con il modello Constance Ford contro la bandiera americana, per una campagna pubblicitaria del rossetto "Victory Red". Un anno dopo, nel 1942, trovò lavoro presso la rivista Life, dove fotografava cappelli alla moda. Un ritratto di una modella con un cappello di Lilly Daché fu la prima delle sue numerose copertine per Life.

Halsman fu anche amico dell'artista surrealista Salvador Dalì, che conobbe nel 1941, e col quale iniziò una fitta collaborazione alla fine degli anni '40. L'opera del 1948 Dalí Atomicus esplora l'idea di sospensione, raffigurando tre gatti che volano, un secchio d'acqua rovesciato e Dalí a mezz'aria. Il titolo della fotografia è un riferimento all'opera di Dalí Leda Atomica che può scorgersi a destra della fotografia dietro i due gatti. Halsman riferì che ci vollero 28 tentativi prima di ottenere un risultato che potesse esser giudicato soddisfacente. Halsman e Dalí alla fine pubblicarono un compendio delle loro collaborazioni nel libro Dali's Moustache del 1954, che mostra 36 diverse visioni dei baffi distintivi dell'artista. Un'altra collaborazione tra i due divenuta famosa fu In Voluptas Mors, un ritratto surreale di Dalí accanto a un grande teschio, in realtà un tableau vivant composto da sette nudi. Halsman impiegò ben tre ore per sistemare i modelli secondo uno schizzo di Dalí. Varie rievocazioni e allusioni a In Voluptas Mors sono apparse nel corso degli anni e tra le più note c'è una versione che è stata usata in modo sottile nel poster del film The Silence of The Lambs, mentre una rievocazione più evidente è poi apparsa su un poster promozionale di The Descent.



  • Dali Atomicus - Philippe Halsman
    Dali Atomicus •  1948
  • Jean Cocteau con l'attrice Ricki Soma e la ballerina Leo Coleman - Philippe Halsman
    Jean Cocteau con l'attrice Ricki Soma e la ballerina Leo Coleman •  1949
  • Marlon Brando - Philippe Halsman
    Marlon Brando •  1950
  • Voluptas Mors - Philippe Halsman
    Voluptas Mors •  1951
  • Salvador Dali - Philippe Halsman
    Salvador Dalì •  1953
  • Marilyn Monroe - Philippe Halsman
    Marilyn Monroe •  1959
  • Richard Nixon - Philippe Halsman
    Richard Nixon •  1959
  • Edward Albee - Philippe Halsman
    Edward Albee •  1961
  • Firma del libro di Salvador Dali - Philippe Halsman
    Firma del libro di Salvador Dalì •  1963
  • Sammy Davis Jr. - Philippe Halsman
    Sammy Davis Jr. •  1965
  • Woody Allen - Philippe Halsman
    Woody Allen •  1969
  • Alfred Hitchcook - Philippe Halsman
    Alfred Hitchcook •  1963
  • Anjelica Huston - Philippe Halsman
    Anjelica Huston •  1968
  • Salvador Dalí a letto - Philippe Halsman
    Salvador Dalí a letto •  1964
  • Selman Waksman - Philippe Halsman
    Selman Waksman •  1954
  • Marilyn Monroe - Philippe Halsman
    Marilyn Monroe •  1954
  • Ava Gardner - Philippe Halsman
    Ava Gardner •  1954
  • Ragazza incinta - Philippe Halsman
    Ragazza incinta •  1950
  • Vivien Leigh - Philippe Halsman
    Vivien Leigh •  1946
  • Autoritratto - Philippe Halsman
    Autoritratto •  ?

Commenti

Post più popolari