Il più colombiano degli artisti colombiani" Fernando Botero


Artista e scultore figurativo colombiano, Fernando Botero Angulo (nato il 19 aprile 1932) è nato a Medellín. Il suo stile distintivo, noto anche come "Boterismo", raffigura persone e figure in un volume ampio e esagerato che può rappresentare critiche politiche o umorismo, a seconda del pezzo. È considerato l'artista vivente più riconosciuto e citato dell'America Latina e la sua arte può essere trovata in luoghi altamente visibili in tutto il mondo, come Park Avenue a New York City o gli Champs-Élysées a Parigi.
A suo dire "il più colombiano degli artisti colombiani" all'inizio, è diventato famoso a livello nazionale quando ha vinto il primo premio al Salón de Artistas Colombianos nel 1958. Ha lavorato per la maggior parte del tempo a Parigi, soprattutto negli ultimi trent'anni quando ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali per i suoi dipinti, per i disegni e per le sue opere scultoree, realizzando mostre in tutto il mondo. La sua arte è raccolta da molti importanti musei, istituzioni e collezionisti privati ​​internazionali. Nel 2012, ha ricevuto il Lifetime Achievement in Contemporary Sculpture Award dell'International Sculpture Center.

Fernando Botero nacque come secondo di tre figli da David Botero (1895–1936) e Flora Angulo (1898–1972) nel 1932. Suo padre David, un venditore che viaggiava a cavallo, morì di infarto quando Fernando aveva solo quattro anni. Sua madre Flora ha sempre lavorato come sarta. Una figura che gli è stata molto vicina nella sua famiglia è suo zio, il quale ha ricoperto un ruolo importante nella sua vita. Sebbene isolato dall'arte per come si presentava nei musei e in altri istituti culturali, Botero è stato influenzato dallo stile barocco delle chiese coloniali e dalla vita cittadina di Medellín durante la sua crescita.
Ha ricevuto la sua istruzione primaria ad Antioquia Ateneo, e grazie ad una borsa di studio ha proseguito gli studi secondari presso la scuola gesuita di Bolivar. Nel 1944, lo zio di Botero lo mandò in una scuola per matador, dove prese lezioni per i successivi due anni. Nel 1948, Botero all'età di 16 anni riuscì a far pubblicare le sue prime illustrazioni nel supplemento domenicale di El Colombiano, uno dei giornali più importanti di Medellín. Pensò bene di utilizzare quel denaro con cui lo pagarono per frequentare il liceo al Liceo de Marinilla de Antioquia.

I lavori di Botero furono esposti per la prima volta nel 1948, in una mostra collettiva insieme ad altri artisti della regione.
Dal 1949 al 1950, Botero lavorò come scenografo, prima di trasferirsi a Bogotà nel 1951. Il suo primo spettacolo personale si tenne alla Galería Leo Matiz a Bogotá, solo pochi mesi dopo il suo arrivo. Nel 1952, Botero viaggiò con un gruppo di artisti a Barcellona, ​​dove vi rimase brevemente prima di trasferirsi a Madrid.
Una volta stabilito in città, Botero si iscrisse e studiò all'Accademia di San Fernando . Nel 1952, si recò a Bogotà, dove espose, questa volta da solo, alla galleria Leo Matiz.
Nel 1953, Botero si trasferì a Parigi, dove trascorse gran parte del suo tempo al Museo del Louvre, per conoscere e studiare le opere direttamente lì. Visse poi anche in Italia, preferì trasferirsi a Firenze dal 1953 al 1954, dove poté studiare le opere dei maestri del Rinascimento. Negli ultimi decenni, ha vissuto comunque la maggior parte del tempo a Parigi, ma trascorre sempre almeno un mese all'anno nella sua città natale di Medellín. Nel 1958, vinse la nona edizione del Salón de Artistas Colombianos. 

Più di 50 mostre sono state realizzate a suo nome nelle principali città in tutto il mondo e ogni richiesta di un suo lavoro ormai raggiunge cifre di vendita in milioni di dollari.  


  • L'Apoteosi di Ramon Hoyos - Fernando Botero
    L'Apoteosi di Ramon Hoyos •  1959
  • Mona Lisa all'età di dodici anni - Fernando Botero
    Mona Lisa all'età di dodici anni •  1959
  • Amanti - Fernando Botero
    Amanti •  1969
  • Arcivescovo Lost in the Woods - Fernando Botero
    L'arcivescovo Lost in the Woods •  1970
  • Frank Lloyd e la sua famiglia in Paradise Island - Fernando Botero
    Frank Lloyd e la sua famiglia nell'isola paradisiaca •  1972
  • Il prete si estende - Fernando Botero
    Il prete estende •  1977
  • Dopo Arnolfini Van Eyck (2) - Fernando Botero
    Dopo Arnolfini Van Eyck (2) •  1978
  • Arcangelo - Fernando Botero
    Arcangelo •  1986
  • Ballerini al bar - Fernando Botero
    Ballerini al bar •  2001
  • Man at the Street - Fernando Botero
    Man at the Street •  2003
  • Bather on the Beach - Fernando Botero
    Bather on the Beach •  2001
  • Miss Riviere (dopo Ingres) - Fernando Botero
    Miss Riviere (dopo Ingres) •  2001
  • I progettisti - Fernando Botero
    I designer •  2000
  • Car Bomb - Fernando Botero
    Autobomba •  1999
  • Morte di Pablo Escobar - Fernando Botero
    Morte di Pablo Escobar •  1999
  • Federico da Montefeltro (dopo Piero della Francesca) - Fernando Botero
    Federico da Montefeltro (dopo Piero della Francesca) •  1998
  • Battista Sforza (dopo Piero della Francesca) - Fernando Botero
    Battista Sforza (dopo Piero della Francesca) •  1998
  • Portale celeste - Fernando Botero
    Portale celeste •  1993
  • Maria Antonietta in visita a Medellin - Fernando Botero
    Maria Antonietta in visita a Medellin •  1990
  • Luigi XVI in visita a Medellin - Fernando Botero
    Luigi XVI in visita a Medellin •  1990

Commenti

Post più popolari