"Era l'unica persona che Picasso desiderava allontanare". Signore e signori: Juan Gris


José Victoriano (Carmelo Carlos) González-Pérez , meglio noto come Juan Gris (23 marzo 1887 - 11 maggio 1927), era un pittore e scultore spagnolo nato a Madrid che ha vissuto e lavorato in Francia per gran parte della sua vita. Strettamente connesso all'innovativo genere artistico del cubismo, le sue opere sono tra le più distintive del movimento.

Gris è nato a Madrid. In seguito ha studiato ingegneria presso la School of Arts and Sciences di Madrid. Lì, dal 1902 al 1904, contribuì con disegni a periodici locali. Dal 1904 al 1905, ha studiato pittura con l'artista e accademico José Moreno Carbonero. Fu nel 1905 che José Victoriano González adottò il nome più distintivo Juan Gris.

Nel 1906 si trasferì a Parigi e divenne amico di Matisse, GeorgesBraque e Fernand LegerA Parigi, Gris seguì la guida di un altro amico e connazionale Pablo PicassoHa presentato illustrazioni oscure e umoristiche a riviste come la rivista satirica anarchica L'Assiette au Beurre, e anche Le Rire, Le Charivari e Le Cri de Paris.

Gris iniziò a dipingere seriamente nel 1910 (quando smise di lavorare come vignettista satirico), sviluppando in questo momento uno stile cubista personale. In A Life of Picasso, John Richardson scrive che il lavoro di Jean Metzinger del 1911, Le goûter (Tea Time), convinse Juan Gris dell'importanza della matematica nella pittura. Gris espose per la prima volta al Salon des Indépendants del 1912 (un dipinto intitolato Hommage à Pablo Picasso).

"Appare con due stili", scrive lo storico dell'arte Peter Brooke, "In uno di essi appare una struttura a griglia che ricorda chiaramente il Goûter e l'opera successiva di Metzinger nel 1912." Nell'altro, continua Brooke, "la griglia è ancora presente ma le linee non sono dichiarate e la loro continuità è interrotta. La loro presenza è suggerita dalla pesante, spesso triangolare, sfumatura degli angoli tra loro ... Entrambi gli stili si distinguono dal lavoro di Picasso e Braque per la loro qualità chiara, razionale e misurabile ". Sebbene Gris considerasse Picasso come un insegnante, Gertrude Stein scrisse nell'Autobiografia di Alice B. Toklas che "Juan Gris era l'unica persona che Picasso desiderava allontanare".

Nel 1912 Gris espose all'Exposicío d'art cubista, galeríes J. Dalmau a Barcellona; la galleria Der Sturm a Berlino; il Salon de la Société Normande de Peinture Moderne di Rouen; e il Salon de la Section d'Or a Parigi. Gris, nello stesso anno, firmò un contratto che conferiva a D.-H. Kahnweiler diritti esclusivi per il suo lavoro.

Dapprima Gris dipinse nello stile del cubismo analitico, un termine che egli stesso coniò in seguito, ma dopo il 1913 iniziò la sua conversione al cubismo sintetico, di cui divenne un interprete risoluto, con ampio uso di collage di papier o collage. A differenza di Picasso e Braque, le cui opere cubiste erano praticamente monocromatiche, Gris dipinse con brillanti colori armoniosi in audaci, nuove combinazioni alla maniera del suo amico Matisse. Gris espose con i pittori del gruppo Puteaux nel Salon de la Section d'Or nel 1912. La sua preferenza per la chiarezza e l'ordine influenzò lo stile purista di Amedee Ozenfant e Charles Edouard Jeanneret (Le Corbusier), e fece di Gris un importante esempio del movimento di "ritorno all'ordine" del dopoguerra. Nel 1915 fu dipinto dal suo amico Amedeo ModiglianiNel novembre del 1917 realizzò una delle sue poche sculture, l'intonaco policromo Arlecchino.

Commenti

Post più popolari